Navigazione veloce

Galleria dei lavori


 

TWITTER PELLICO


Anno scolastico 2017/18


 

 


 Anno scolastico 2016/17


Orto Sinergico 

Classi seconde

 

 


Anno scolastico 2015/16


 

 


Anno scolastico 2014/15


 

ISTANTANEE DALLA GITA DI ACCOGLIENZA A BOLOGNA E RIMINI

CLASSI PRIME a.s. 2014/2015

 

Bx42FxmIEAANOv3 (1)Bx41UouIUAAs99P

  _________________________________________________________________________

 1 ottobre 2014

“Correre insieme vuol dire anche crescere insieme

Il giorno 1 ottobre 21013 alla scuola Pelllico abbiamo ospitato  un gruppo di atleti provenienti dal Kenya dove la corsa è lo sport principale.

Parlare di Running non vuol dire solo parlare della corsa, ma è una splendida occasione per entrare in contatto con una realtà lontana da noi.
Per noi europei,  il Running è una occasione per fare esercizio fisico, ma in quel lontano paese rappresenta qualcosa di più che avremo modo di scoprire assieme .
Parlare di Running  è un modo per parlare della bellezza dello sport, è un modo per approfondire la storia passata e contemporanea ed è un modo per conoscere meglio noi stessi.

La manifestazione si e’ conclusa con un momento simbolico di corsa in comune, atleti e un gruppo di alunni della Scuola Pellico, perché…….

“Correre insieme vuol dire anche crescere insieme”.

 

Sequenza 010 2

 _________________________________________________________________________

Dicembre 2014

CORTOMETRAGGIO BUNA ÁGUA WASSER

La classe 2C, nel mese di dicembre 2013, durante le ore di tecnologia e con il supporto tecnico del nostro educatore Michele Orlandi, ha realizzato il cortometraggio “BUNA ÁGUA WASSER” che, quest’anno, è stato selezionato al Festival “Sottodiciotto” di Torino. Il 12 dicembre i ragazzi si sono recati alla maggior manifestazione cinematografica dedicata agli audiovisivi di bambini e ragazzi (in ambito scolastico/educativo) ottenendo un buon successo di pubblico e di critica. Il cortometraggio denuncia l’eccessivo consumo delle risorse idriche del pianeta.

aaaa

 

____________________________________________________________________

 

LABORATORIO DI CUCINA MOLECOLARE

Durante il mese di gennaio, la nostra scuola ha ospitato un laboratorio di cucina molecolare a cui hanno partecipato le classi prime e seconde della scuola Pellico. Due esperti della Fondazione Golinelli di Bologna – con la quale dall’anno scorso il nostro Istituto ha avviato una vivace e fortunata collaborazione – hanno introdotto le basi di una vera e propria disciplina scientifica che studia le trasformazioni che avvengono negli alimenti durante la loro preparazione. I ragazzi hanno sperimentato cotture alternative, gelificazioni, stratificazioni in un vero e proprio menu scientifico dall’antipasto di caviale molecolare al dessert di gelatina di agar.

 

La Fondazione Marino Golinelli

La Fondazione Golinelli nasce a Bologna nel 1988 per volontà dell’imprenditore e filantropo Marino Golinelli con l’obiettivo di promuovere l’educazione e la formazione, di diffondere la cultura, di favorire la crescita intellettuale ed etica dei giovani, i cittadini di domani. Oggi la Fondazione Golinelli è un punto di riferimento nel campo della diffusione della cultura scientifica. Le sue attività integrano arte, scienze della natura e scienze dell’uomo e mettono in contatto scuola, università, ricerca, mondo dell’impresa e mondo del lavoro. Tutto questo si esprime in un’ottica di responsabilità morale e civile: educare è la chiave per costruire una società migliore e capace di affrontare le complesse sfide che il futuro prossimo ci riserva

____________________________________________________________________

LABORATORIO ARTISTICO: FESTA DI NATALE

L’Istituto Comprensivo S.Pellico di Varese, nell’ambito del piano annuale per l’inclusivita’, che prevede l’integrazione degli alunni diversamente abili, ha stabilito di dar vita a vari laboratori artistici selezionati dal gruppo dei docenti di sostegno. L’arte, è risaputo, è un mezzo privilegiato per agire sulla psiche, infatti attraverso il lavoro manuale è possibile sciogliere le tensioni e i disagi che ostacolano l’apprendimento e l’attenzione dei giovani alunni e inibiscono la capacità di impegnarsi nello studio. Nell’ambito di questa iniziativa si inserisce il laboratorio artistico ”Festa di Natale” attuato dal prof. Pasquale Grande con gli alunni che partecipano al progetto dell’inclusività. Tale laboratorio è stato finalizzato alla produzione di un presepe che, in relazione agli avvenimenti sul territorio, ha riprodotto un arco (di due metri di altezza) identico a quello situato all’inizio del percorso delle cappelle del Sacro Monte di Varese (ricordiamo che quest’ anno ricorre il trentesimo anniversario del pellegrinaggio compiuto da Giovanni Paolo II). Il suddetto arco reca, sin dalla sua edificazione, un invito a tutta l’umanità a percorrerlo, come viaggio interiore alla ricerca dello spirito. Tale presepe è stato ideato e realizzato dagli alunni (diversamente abili e non) con quella ingenuità e bellezza che solo ragazzi di questa età riescono a esprimere in maniera semplice e commovente. E’ stato inoltre prodotto, nell’ambito di tale laboratorio artistico, un albero di Natale di tre metri sormontato da un’enorme cometa la cui coda è stata realizzata con tante stelle ricavate da bottiglie di plastica spruzzate di colore. Inutile dire che questo laboratorio ha prodotto un intero corredo di oggetti coloratissimi che ricordano l’arcobaleno per allestire a festa l’intera scuola media, e tante coroncine natalizie da regalare a tutti. I materiali usati, da riciclo, sono stati: scatoloni da imballaggio, bottiglie di plastica, involucri vari, carta di supporto delle pellicole adesive per lavori grafici (fornita dal papà di un alunno che opera nel settore). Ogni alunno, professore e collaboratore scolastico si è adoperato a recuperare tutto ciò oltre che a fornire un’indispensabile collaborazione. Quindi possiamo dire che con tanta buona volontà e operando con comunione di intenti si può fare della scuola un luogo dove le diversità sono un momento di crescita e di arricchimento per tutti e dove ognuno può sviluppare i propri talenti con i propri tempi. E anche gli addobbi natalizi che possono sembrare cosa frivola e superflua si rivelano invece importantissimi se diventano un momento per fermarsi a riflettere su temi come l’integrazione, la socializzazione, l’unità e la benevolenza verso i propri simili. In conclusione di tutto questo fervore di attività artistiche, venerdì 19 dicembre, prima di salutarsi per le vacanze natalizie, per tutti gli alunni della scuola media S.Pellico è stata organizzata una lotteria con l’estrazione delle palline di cioccolata che decoravano un ulteriore albero di Natale. Bisogna ricordare, inoltre, che tutto ciò è stato materialmente possibile grazie ad un benefattore che da anni ha adottato l’Istituto Comprensivo S.Pellico sponsorizzandolo per varie attività con l’intento di alleviare disagi sociali e culturali degli alunni.

____________________________________________________________________

“Carnevale di Venezia” alla Pellico
Per mettere in scena Il lago dei cigni di Tchaikovskij, i partecipanti al laboratorio “Carnevale di Venezia” hanno lavorato sodo. Chi si è dedicato alle scenografie, chi ai costumi, chi alla musica e alle luci, chi ha ballato e recitato. Il risultato è stato sorprendente: colori e allegria hanno riempito l’auditorium della Pellico che ha così festeggiato un Carnevale davvero spumeggiante.

 ___________________________________________________________________

ADOZIONI A DISTANZA E MERENDA SOLIDALE: ALLA PELLICO, UN IMPEGNO DI GENEROSITA’ CHE DURA DA PIU’ DI 15 ANNI 

La proposta delle adozioni a distanza ha avuto inizio circa 15 anni fa. Durante l’Avvento si chiede agli alunni (l’adesione è ovviamente totalmente libera) la disponibilità a rinunciare a qualcosa di proprio per collaborare al sostegno a distanza; anche insegnanti e personale della scuola sono invitati a partecipare. L’iniziativa ha un valore educativo, così come la partecipazione alla “merenda solidale” proposta mensilmente, e la raccolta di generi alimentari durante la Quaresima in collaborazione con il Banco Alimentare. (www.bancoalimentare.it).

Come ha ricordato recentemente il papa, “siamo chiamati a guardare le miserie dei fratelli, a farcene carico ed a operare concretamente per alleviarle”; questa chiamata non è solo per gli uomini religiosi, ma proviene innanzitutto dal nostro stesso essere uomini; che uomo è chi guarda la miseria e il dolore di un altro uomo e ne resta indifferente? A questo tutti dobbiamo, a nostro parere essere educati continuamente.

Fino a due anni fa i bambini adottati erano 4, ora sono 3; il costo annuale per ogni adozione e di € 312, che garantisce al bambino assistenza alimentare, medica e scolastica. L’associazione a cui ci rivolgiamo è AVSI (www.avsi.org) di cui si conoscono personalmente diversi partecipanti e si è quindi certi del buon uso che fanno dei soldi versati. La Fondazione AVSI (Associazione Volontari per il Servizio Internazionale) è una ONG non governativa, nata nel 1972 e impegnata con oltre 100 progetti, tra cui le adozioni a distanza, di cooperazione allo sviluppo in 37 paesi del mondo di Africa, America Latina e Caraibi, Est Europa, Medio Oriente ed Asia. La sua missione è promuovere la dignità della persona attraverso attività di cooperazione allo sviluppo con particolare attenzione all’educazione, nel solco dell’insegnamento della Dottrina Sociale Cattolica.

Quest’anno abbiamo una novità: il video di BRAVO GUAMANI BRIGETHE SCARLETH, uno dei bambini da noi adottati.

Il video è stato girato a casa del bambino; non stupiamoci se Scarleth non si esprime bene davanti alla telecamera, la timidezza può prendere il sopravvento!

Ecco il link

https://www.youtube.com/watch?v=vrD4B4Q2Y3w

 ___________________________________________________________________

CLASSI PRIME: come fare la carta

 Un bell’esempio di collaborazione scuola – famiglia. Genitori esperti illustrano i motori durante l’ora di tecnologia.

 

________________________________

CORTISONICI RAGAZZI UNDER 13

I ragazzi della Pellico, in concorso con “Airspray”, vincono l’edizione 2015 dei Cortisonici ragazzi under 13. Giovedì 14 Maggio 2015, presso il Cinema Teatro Nuovo di Varese, sono stati proiettati brevi filmati che, con originalità, hanno messo in scena punti di vista divergenti e sguardi nuovi per approcciare tematiche e problematiche con le quali ciascuno di noi quotidianamente si confronta. I bambini e i ragazzi che hanno assistito alle proiezioni, con il loro voto, hanno decretato l’assegnazione del premio del pubblico; in sala erano presenti anche i giurati di Legambiente, Aspem, Unicef e Cinequanon, che hanno assicurato al festival un palmares di tutto rispetto.

____________________________________________________________________

SCUOLA PELLICO E CARITAS NEPAL

A Kathmandu Caritas Nepal si sta concentrando al momento nel fornire riparo, teloni di plastica e fogli di lamiera, cibo e acqua alle popolazioni colpite. Caritas Nepal, in coordinamento con le altre Caritas della rete internazionale, si sta organizzando per fornire anche supporto psicologico alle vittime. I bisogni sono crescenti e si cerca di raggiungere soprattutto le famiglie più vulnerabili, con minori, anziani e disabili. Per questo la Caritas rilancia l’appello alla solidarietà. http://donazioni.caritasambrosiana.it/donazioni/EMERGENZA-TERREMOTO-NEPAL-272.asp

Cosa puoi fare con:
10 Euro fornitura acqua per una famiglia per una settimana
15 Euro una tenda per ospitare 3 famiglie
30 Euro fornitura di riso per una famiglia per un mese
75 Euro 5 tende per ospitare 15 famiglie
105 Euro fornitura di cibo per tre famiglie per una settimana
Materiale prodotto e acquistato in Nepal

Noi abbiamo dato il nostro piccolo contributo dedicando a questa iniziativa il ricavato di una merenda solidale.


This image requires an alt attribute.